081 610 07 36 [email protected]
Red Hot Chili Peppers

Red Hot Chili Peppers

Un’altra brutta notizia sembra stia per affliggere il mondo della musica. Questa volta è il turno di uno dei più vecchi e amati gruppi rock del secolo scorso. Stiamo parlando dei Red Hot Chili Peppers. Nell’ultima settimana sono tante le notizie che girano sul conto della band. Tra queste, la più sconcertante di tutte riguarda il loro scioglimento nel futuro prossimo. Esaminiamo dunque la faccenda in modo attento.

Il gruppo discusso: i Red Hot Chili Peppers

Quando parliamo dei Red Hot Chili Peppers, sappiamo di riferirci ad uno dei capisaldi del rock. Formati nel 1983 e con quasi 35 anni alle spalle, si sono particolarmente distinti negli anni 90 col loro Alternative Rock e Funk Metal. Data la loro lunga carriera, hanno potuto sperimentare più stili musicali e hanno subito anche vari cambi di formazione. Tuttavia, alcune cose non sono mai cambiate, come l’amore per artisti come Jimi Hendrix o le classiche improvvisazioni durante le esibizioni.

I loro testi, scritti in particolare dal cantante Anthony Kiedis spaziano su una grande varietà di argomenti. Amore, romanticismo, sesso, droga, alcolismo, amicizia, angoscia e spesso anche un po’ di nonsense. Il successo che hanno ottenuto non lascia dubbi. Con 17 album pubblicati, hanno venduto oltre 100 milioni di dischi e sono entrati nella Rock and Roll Hall of Fame. I Red Hot sono senza dubbio diventati non solo delle icone del mondo della musica, ma anche della cultura moderna.

La notizia: il ritiro

Chad Smith

Chad Smith

Questa notizia ha fatto accapponare la pelle dei fan più stretti non appena ha cominciato a girare. Le dichiarazioni arrivano dal batterista Chad Smith, intervistato da Eddie Trunk. Pare che durante una trasferta nel tour bus, il bassista Flea abbia iniziato dicendo: “Per quanto tempo pensi che dovremmo… non pensi che forse sarebbe il caso di smettere?”.

Flea

Flea

La cosa ha lasciato il batterista disorientato e scioccato: “Io… non sapevo come rispondere! Voglio ancora fare dischi, amo suonare, ma la vita in tour… Non so per quanto riusciremo a continuare. Tre di noi hanno 54 anni. Non penso che riusciremo a fare questi lunghi tour ancora per molto. Abbiamo le nostre famiglie e dobbiamo pensare alle nostre priorità. Siamo molto grati ai nostri fan, non so cosa succederà in futuro.

Le dichiarazioni degli altri membri

Josh Klinghoffer

Josh Klinghoffer

Se questo è quanto ha detto Chad Smith, per fortuna dei fan non sembra che tutti gli altri membri della band siano d’accordo con lui. Lo stesso Flea, già citato, ha rinsaldato le sicurezze di tutti dicendo: “Sono tutte chiacchiere. Non pensiamo mai al futuro. Adesso siamo in tour e pensiamo solo alla musica. Suono in questa band da 35 anni e non ho mai saputo cosa ci riservasse il futuro. Penso che la vera forza dei Red Hot sta proprio qui, siamo sempre stati concentrati sul presente“.

Anthony Kiedis

Anthony Kiedis

Anche Josh Klinghoffer, il chitarrista del gruppo, non sembra preoccuparsi del possibile scioglimento. A dimostrazione di ciò, pare che l’assolista desideri il ritorno di John Frusciante nella formazione. “Voglio dire, non so, è solo un ipotesi.” ha iniziato, “Ma sarebbe bizzarro, sicuramente dovremmo parlarne, io, lui e le altre persone della band. Ha rinunciato alla band, e non ha più voluto farne parte, per buone ragioni. Non ha voluto vivere la sua vita nel modo in cui avrebbe dovuto in questa band. Ho grande rispetto per come funziona questa macchina ben oliata, sono riuscito a farne parte e spero di continuare a crescere. Spero che i nostri nuovi progetti continui a coinvolgere le persone come quelli più vecchi.” Ha poi concluso dicendo: “Se me lo aveste chiesto in un altro momento, non so se sarei stato così ottimista.

Non conosciamo i pareri Anthony Kiedis, ma speriamo vivamente che anche lui abbia il desiderio di continuare a suonare senza preoccuparsi del futuro. Intanto i Red Hot Chili Peppers si preparano per il loro ritorno in Italia fissato per il 20 e 21 luglio rispettivamente al Postepay Rock in Roma e all’Ippodromo SNAI di San Siro (entrambi i concerti sono sold out).


In attesa di novità, non perdete i prossimi articoli delle ” Interviste di Nick” e le prossime iniziative Sud in Sound.